IC Don Milani – Verdello (BG)

Valutazione

La valutazione scolastica riguarda l’apprendimento e il comportamento degli studenti

La valutazione si articola in:
• INIZIALE: un periodo di osservazione relativa al grado di adattamento del bambino al nuovo ambiente e al nuovo contesto, alle abilità motorie, linguistiche e sociali già acquisite, alle preferenze ed attitudini individuali;
• IN ITINERE: momenti osservativi interni alle varie proposte didattiche, riguardanti le capacità di relazione con gli altri e con la realtà oggettiva, per evidenziare quali abilità e competenze si sono evolute e permettere, se necessario, di adeguare le proposte e i percorsi didattici;
• FINALE: un momento di verifica finale dell’attività educativa e didattica, che esprime il raggiungimento dei traguardi e degli obiettivi, l’acquisizione delle competenze, la maturazione dell’identità e la conquista dell’autonomia, tenendo in considerazione il percorso d’apprendimento compiuto dal bambino. Le insegnanti, attraverso i colloqui periodici con le famiglie, comunicano le loro valutazioni in un clima di cortesia, di accoglienza e di disponibilità.

Scuola primaria e scuola  secondaria

La valutazione periodica e finale degli apprendimenti (espressa in decimi) è riferita a ciascuna delle discipline di studio previste dalle Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione, compresa l’educazione civica.
I docenti, nel valutare ogni singolo alunno/a, terranno presenti i seguenti criteri base:
LA GLOBALITÀ DELLA VALUTAZIONE
La valutazione non riguarda solo i progressi compiuti dall’alunno/a nell’area cognitiva, (es. sapere appreso
e padroneggiato), ma anche il processo di maturazione della personalità negli aspetti: comportamento,
partecipazione, responsabilità e impegno.
LA VALUTAZIONE DEL PROCESSO
La valutazione parte da una accertata situazione iniziale e indica l’avvicinamento progressivo agli obiettivi
programmati per ciascun alunno/a, da raggiungersi anche attraverso percorsi individualizzati.
LA VALUTAZIONE COME VALORIZZAZIONE
La valutazione ha valenza formativa per l’alunno/a poiché, evidenziando le mete raggiunte, anche minime,
valorizza le sue potenzialità attraverso un processo di graduale miglioramento, lo aiuta a motivarsi e a
costruirsi un concetto positivo e realistico di sé.
LA VALUTAZIONE IN FUNZIONE DELL’ORIENTAMENTO
La valutazione rileva e promuove le capacità cognitive, affettive e relazionali dell’alunno/a per guidarlo in
scelte consapevoli per il futuro.
LA VALUTAZIONE COME AUTOVALUTAZIONE
La valutazione deve coinvolgere l’alunno/a e la sua famiglia, considerati soggetti responsabili consapevoli e
partecipi dei percorsi di miglioramento educativo. Alunno/a e famiglia hanno pertanto diritto a conoscere i
criteri di valutazione dei docenti, la valutazione ricevuta in modo trasparente e tempestivo, così da attivare
un processo di autovalutazione fondato sull’individuazione di punti di forza e di debolezza per poter
migliorare il proprio rendimento.

Nuova valutazione Scuola primaria

Decreto legge 8 aprile 2020, n. 22 , convertito con modificazioni dalla legge 6 giugno 2020, n. 41, concernente “Misure urgenti sulla regolare conclusione e l’ordinato avvio dell’anno scolastico e sullo svolgimento degli esami di Stato, nonché in materia di procedure concorsuali e di abilitazione per la continuità della gestione accademica”, e in particolare l’articolo 1, comma 2–bis, il quale prevede che “in deroga all’articolo 2, comma 1, del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 62, dall’anno scolastico 2020/2021, la valutazione finale degli apprendimenti degli alunni delle classi della scuola primaria, per ciascuna delle discipline di studio previste dalle indicazioni
nazionali per il curricolo è espressa attraverso un giudizio descrittivo riportato nel documento di valutazione e riferito a differenti livelli di apprendimento, secondo termini e modalità definiti con ordinanza del Ministro dell’istruzione”;

Decreto legge 14 agosto 2020, n. 104, convertito con modificazioni dalla legge 13 ottobre 2020, n. 126 recante “Misure urgenti per il sostegno e il rilancio dell’economia” e in particolare l’articolo 32, comma 6 sexies che estende il giudizio descrittivo anche alla valutazione periodica degli apprendimenti;

Ordinanza n. 172 del 04 Dicembre 2020 avente ad oggetto “Valutazione periodica e finale degli apprendimenti delle alunne e degli alunni delle classi della scuola primaria”;

Linee guida concernenti La formulazione dei giudizi descrittivi nella valutazione periodica e finale della scuola primaria del 4 dicembre 2021;

Nota 2158 del 4 dicembre 2021 avente ad oggetto “Valutazione scuola primaria – Trasmissione Ordinanza e Linee guida e indicazioni operative” del Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione;

 


Link all’area dedicata dal Ministero dell’Istruzione alla valutazione

Ministero valutazione

 

 


Link all’area dedicata dal Ministero dell’Istruzione alla scuola primaria

Valutazione primaria

Ultimo aggiornamento

11 Agosto 2021, 16:59